La Puglia racchiude in sé svariati territori e da nord a sud, sorprende il visitatore in ogni dove, mescolando una gran varietà di paesaggi, colori e suoni. Uno scrigno capace di regalare mille e più emozioni. Andiamo alla scoperta di qualcosa che ai più è sconosciuto, una zona dell’entroterra che non riveste la parte del leone, ma capace di affascinare come i territori più gettonati dai turisti come potrebbe essere il Salento, la Valle D’Itria o le coste del Gargano. L’altra Puglia che vogliamo raccontarvi è quella dei Monti Dauni, lo stesso territorio che si fa custode di alcuni tra i Borghi più belli d’Italia, molti dei quali si fregiano della Bandiera Arancione (marchio di qualità turistico ambientale assegnato dal Touring Club italiano: www.bandierearancioni.it) o del titolo di “Città Slow” (grazie alla presenza dei presidi Slow Food: www.cittaslow.org), al confine interno con Campania e Basilicata. Un viaggio tra natura e cultura che ammalia il visitatore e lo rende protagonista unico attraverso boschi incantati, rifugi dei briganti che furono, vie francigene, torri normanne e borghi medievali. Un mix perfetto che la Puglia foggiana offre non solo nel periodo estivo, ma anche in quello invernale, quando il fascino è ancora maggiore grazie alla bellezza dei promontori spruzzati dalla neve. Visitare i borghi di questa “Altra Puglia” è come aprire un vaso di pandora che allieta i sensi, liberando storia, arte e tradizioni. Punto assoluto di forza e di bellezza è il contatto diretto con una natura incontaminata fatta di fiumi, laghi e riverse, il tutto protetto dalla benevolenza del monte Cornacchia che, con i suoi 1.151 metri, è la punta più alta di tutta la Puglia. E’ proprio qui che si incrociano i Borghi più caratteristici come Faeto e Monteleone di Puglia, dove è tutto un piacere trascorrere del tempo alla ricerca di funghi e tartufi. Dunque un isolamento del tutto apparente, capace di racchiudere uno dei più grandi tesori di Puglia, ottima cornice per una vacanza rilassante ed in perfetto relax.

monte-cornacchia2

Puglia – vista dai Monti Dauni

Il territorio dei Monti Dauni è oltretutto custode di ben quattro tra quelli che sono stati eletti come i “borghi più belli d’Italia”: Alberona, Bovino, Pietramontecorvino, Roseto Valfortore. Ma non finisce di certo qui, perché di assoluto interesse storico-architettonico sono anche i paesini di Accadia, Ascoli Satriano, Castelluccio, Celle San Vito, Deliceto, Orsara di Puglia, Rocchetta Sant’Antonio, Sant’Agata di Puglia e Troia. Non solo bellezze culturali e paesaggistiche, ma tantissimi percorsi enogastronomici di primissima qualità, tutti innaffiati dall’ottimo vino “Nero di Troia” e conditi da olio rigorosamente extravergine di oliva made in Daunia. Percorsi a chilometro zero, dunque, che risultano estasi per tutti i palati. E allora sì che si è pronti per assaggiare le laganelle con fagioli o il pancotto, passando per i salumi di maiale nero e una grandissima varietà di formaggi. A cornice di questo incantevole quadro che la natura ha dipinto come meglio non poteva, troviamo un artigianato tipico di primissima qualità che richiama mestieri antichi e oggi in via di estinzione. Un ulteriore patrimonio di Puglia da custodire e valorizzare.

Imagen-4

Puglia – Monte Cornacchia

Lo staff di Salento Trend è a vostra disposizione per programmare al meglio la Vostra permanenza tra i Monti Dauni della Puglia, trasformando la vostra vacanza in una esperienza sensoriale davvero unica, attraverso passeggiate a cavallo o in biciletta, escursioni dedicate, percorsi enogastronomici e tanto altro ancora.

Ufficio Comunicazione Salento Trend